UNI EN 378

UNI EN 378 – Progettazione, Manutenzione e Conduzione di un Sistema di Refrigerazione.

Scopriamo insieme di cosa si tratta

La famiglia di Norme Tecniche UNI EN 378-X introdotte nel 2012 di cui all’ultimo recente aggiornamento della UNI EN 378-1:2021 sancisce i requisiti di sicurezza ed ambientali dei sistemi e degli apparecchi di refrigerazione di ogni taglia.

Le norme riguardano direttamente il settore impiantistico F-GAS di cui al Regolamento UE n. 517/2014 circa i Gas fluorati ad effetto serra (attuato con il D.P.R. n. 146 del16/11/2018), sono armonizzate, alle direttive di settore, e rappresentano un riferimento tecnico imprescindibile per l’esecuzione di un progetto o un’attività, che risulti conforme ai criteri della regola d’arte.

Tale Norma specifica i requisiti per la sicurezza delle persone e dei beni, fornisce una guida per la tutela dell’ambiente e stabilisce procedure per la progettazione, il funzionamento, la manutenzione e la riparazione di impianti di refrigerazione e il recupero dei refrigeranti.

Vediamo nel dettaglio come e composta la famiglia di UNI EN 378

La dicitura UNI EN 378 rappresenta un gruppo di Norme, suddivise in 4 specifiche sezioni, brevemente riepilogate come di seguito:

 la Norma UNI EN 378-1 specifica i requisiti, le definizioni ed i criteri base di classificazione e selezione che possono quindi essere applicati i sistemi di refrigerazione.

la Norma UNI EN 378-2 riguarda la progettazione, la costruzione e l’installazione dei sistemi refrigeranti. Vengono trattate in questa sezione anche le tubazioni, i componenti ed i materiali, i requisiti di prove e test, la messa in servizio dell’impianto, la marcatura e la documentazione obbligatoria da elaborare a tal fine.

 la Norma UNI EN 378-3 riguarda invece i requisiti del sito di installazione (ambiente in cui alloggia l’impianto) e di tutti quei requisiti minimi di sicurezza finalizzati a proteggere gli utenti del sito di installazione ed il personale operante.

 la Norma UNI EN 378-4 fornisce ulteriori specifiche riguardo la conduzione, la manutenzione, la riparazione e la dismissione dell’impianto, puntando l’attenzione sulle tematiche di sicurezza di persone e beni.

Quando si Applica?

Premettendo Refrigerazione, nell’accezione prevista nella presente norma, comprende anche i sistemi a pompe di calore, la UNI EN 378-X si applica:

 a sistemi di refrigerazione, fissi o mobili, di tutte le dimensioni salvo per i sistemi di climatizzazione per veicoli che seguono specifiche Norme di prodotto (es. ISO 13043)

  a sistemi di raffreddamento o riscaldamento secondari

  in base all’ubicazione dei sistemi di refrigerazione

  In caso di adozione di componenti aggiuntivi, integrati al sistema esistente, qualora non siano identici nelle funzioni e nella capacità.

A chi si rivolge la Norma UNI EN 378?

Sono diversi i potenziali destinatari di questa Norma in quanto va ad analizzare e guidare l’utente per tutti gli ambiti legati al sistema refrigerante.

Il progettista dovrà rifarsi alla Norma, rispettando tutti gli standard di sicurezza previsti dalla stessa

L’installatore ed il manutentore nella sua operatività dovrà fornire una dichiarazione di conformità che sia in linea con l’esecuzione a regola d’arte, proteggendo gli operatori e l’ambiente, valutando la conformità anche del sistema pre-esistete.

L’utilizzatore finale, identificato con la figura di garanzia, ovvero il Datore di Lavoro e/o RSSP di un’impresa dovrà soddisfare tutti i criteri di valutazione del rischio che non potranno certo prescindere dalla Norma tecnica di Riferimento applicabile in materia di sistemi di refrigerazione.

Se vuoi sapere di più sull’applicazione di questa Norma, CONTATTACI  

Con SMART 378, rispettare la Norma sarà un gioco da ragazzi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: