Sicurezza Macchine – corso di formazione

Tra Marcatura CE e D.Lgs. 81/08

Con crediti formativi per ingegneri

Sicurezza delle macchine tra Marcatura CE e D.Lgs. 81/08Sia nel D.Lgs 81/08 che nel D.Lgs 17/2010 (che recepisce la direttiva macchine) sono indicati gli obblighi del datore di lavoro, nel caso di utilizzatore, e quelli del costruttore in caso di nuova costruzione.

Il concetto di sicurezza è un concetto dinamico, esso evolve nel tempo unitamente alle tecnologie ed alle condizioni lavorative. Una macchina che in fase di installazione può definirsi sicura, non significa che mantenga queste condizioni per sempre.

La necessità di garantire il rispetto delle normative è un obbligo di legge.

Inoltre nei medesimi decreti sono anche stabilite le sanzioni in cui si incorre nel caso non vengano rispettate le prescrizioni e le relative sanzioni spaziano dall’arresto all’ammende a seconda delle irregolarità riscontrate. Quindi come esplicitato e desumibile dagli articoli richiamati nel D.Lgs 81/08 e nel D.Lgs 17/2010, il responsabile della sicurezza è SEMPRE  il datore di lavoro che deve garantire ai propri lavoratori, macchine sicure e a norma di legge. In virtù di quanto esposto, si evince che l’adeguamento tecnico in materia di sicurezza è un obbligo per il Datore di Lavoro. Gli interventi migliorativi possono  essere svolti anche ricorrendo a risorse professionali interne all’azienda, purché le stesse siano dotate di competenze e professionalità ritenute adeguate, al fine procedere in piena autonomia all’adeguamento delle macchine medesime.

L’adeguamento e/o la sua “messa a norma”, non deve prescindere da una attenta analisi della valutazione dei costi, potendo risultare dispendiosa, troppo onerosa, addirittura antieconomica. Il medesimo adeguamento al contempo deve rispettare le prescrizione stabilite nel D.Lgs. 81/08. La verifica di tale conformità richiede specifiche conoscenze e competenze, anche relativamente alle normative tecniche applicabili.

Obiettivo

Il corso fornisce le informazioni necessarie alla corretta applicazione delle prescrizioni stabilite nelle Direttive Europee in materia di Marcatura CE di prodotto, in allegato V del D.Lgs. 81/08 e delle rispettive Norme Tecniche. Il corso inoltre si pone l’obbiettivo di fornire indicazioni relative alle responsabilità delle figure coinvolte nell’ambito della Sicurezza, guidandole nell’espletamento delle azioni propedeutiche a garantire la sicurezza delle macchine e alla messa a Norma delle stesse. Il corso prevede esempi di studio reali.

A chi si rivolge

dammi il pugno

Il corso è rivolto a tutte le organizzazioni manufatturiere, a prescindere dal settore di attività, ed ai professionisti che supportano le organizzazioni.

 

In particolare è rivolto a:

  • Consulenti in ambito della sicurezza
  • Personale tecnico
  • RSPP
  • Addetti alla sicurezza
  • Fabbricanti e utilizzatori di macchine e impianti industriali
  • Ingegneri
  • Periti
  • Direttori tecnici

Durata del corso Sicurezza Macchine: 2 giorni da 8 ore ciascuno

Programma 1° giorno

  • Introduzione al concetto di Marcatura CE
  • Approccio alle Direttive Comunitarie e obblighi dei costruttori
  • Definizione di insieme di macchine: la certificazione di una linea
  • Analisi e valutazione dei rischi secondo la norma UNI EN ISO 12100
  • Direttiva Macchine
  • Direttiva PED
  • Direttiva Bassa tensione
  • Redazione del Fascicolo Tecnico
  • Libretto d’uso e manutenzione
  • Dichiarazione di conformità

Programma 2° giorno

  • Introduzione Titolo III Cap. I del D.Lgs. 81/08 e obblighi degli utilizzatori
  • Verifica conformità all’Allegato V del D.Lgs. 81/08
  • Requisiti essenziali di sicurezza e di salute
  • I tipi di norme (A, B1, B2, C)
  • Approfondimento tecnico sulle principali norme per il soddisfacimento dei requisiti essenziali di sicurezza e di salute:
    • ripari fissi e mobili UNI EN ISO 14120
    • dimensionamento e posizionamento dei ripari (norme UNI EN ISO 13857, UNI EN ISO 13855)
    • circuiti di comando che svolgono funzione di sicurezza cenni sulla UNI EN ISO 13849-1e UNI EN 13849-2
    • interblocchi dei ripari (norma UNI EN ISO 14119)
    • spazi per evitare lo schiacciamento del corpo (norma UNI EN 349)
    • arresti di emergenza (UNI EN ISO 13850)
    • temperature superficiali (norme UNI EN ISO 13732-1, UNI EN ISO 13732-3)
    • prevenzione e protezione contro il rischio di incendio (UNI EN ISO 19353)
    • valutazione del rischio generato dalle radiazioni emesse dal macchinario (serie norma UNI EN 12198)
    • cenni sull’equipaggiamento elettrico delle macchine (CEI EN 60204-1)
    • scale, piattaforme, passerelle (serie norme UNI EN ISO 14122)
  • Formazione del personale

Docenti

Ing. Gennaro de Crescenzo
Ing. Mauro Pellegrino

Sede: Studio Europa

Costo € 380,00

Cogli l’opportunità ed iscriviti subito